Time is mine #2


Ho le mani che tremano per lo stress. Gli occhi bruciano per il fumo e intanto schiaccio, schiaccio l’acceleratore che eroga adrenalina sull’asfalto che mi lascio alle spalle. Ho macchiato di cenere il sedile passeggero, di solito non fumo in macchina, merda. Guardo i giri: 4200. Guardo l’ora: 10.48. Rialzo gli occhi verso la strada ed un semforo mi compare davanti agli occhi. Effettivamente è sempre stato lì, ma con la calma hai il tempo di vedere il colore, che questa volta, non essendo arrivato nè alla stessa ora nè alla stessa velocità, è ovviamente rosso. Passo. Trentemoller ha il tempo di sputare 2 dei quattro beat necessari a chiudere la battuta di beta boy che una macchina mi prende in pieno sulla fiancata sinistra. Per fortuna ho fatto installare gli airbag laterali su questo catorcio di golf. Faccio due giri, alla fine del secondo mi esplode una gomma, e prendo una botta indecente alla spalla. Perdo di vista l’altra macchina nel mio turbinare. Una volta fermo, mi convinco che sia andata bene. Apro la porta a fatica. La carrozzeria incurvata la blocca leggermente. Scendo e contemplo i danni della mia macchina. 3000 euro a primo avviso. Trentemoller continua a minimalizzare il suono da dentro. Mi accontento dell’autoradio intatta. Mi incazzo per il disastro, tutto colpa di quella merda di orologio e dei miei biocicli idioti. Credo che tra loro non ci potrà mai essere un trattato di pace. Subodoro l’aria dell’idea intelligente, ma probabilmente è solo la puzza del liquido del radiatore. Un piccolo senso di colpa inibisce la mia rabbia. Alzo lo sguardo e vedo Bmw serie 1 senza cofano, con il motore appoggiato a terra, l’asfalto ricoperto da una cascata di diamanti-finestrino, uno specchietto contro il marciapiede, ed una ragazza uscire fuori dal finestrino. . . Un piccolo caschetto nero, a seguire una canottierina rossa, due braccia pallide e snelle. Corro verso di lei nel momento in cui solleva la faccia e punta le braccia per sfilare culo-e-gambe. Il sinistro le cede e vedo che la cretina si è tagliata sulle schegge di vetro. Ha una spalla rotta a giudicare dall’urlo. Trentemoller conclude e incomincia piccolo e lieve a scandire quel silenzio in Polar Shift. Dalla sua autoradio cola pesante un loop industrial-detroit, con campionature del mastro minatore. Mentre mi guarda stordita penso che dovrebbero fare le auto più dimili ad autoradio. Mi avvicino, le dico di rientrare in macchina, annuisce. Ha occhi grandi, truccati di nero-pugno-nell’occhio, come le dark che vengono a ballare nel mio locale, ma che in realtà dark non sono, si travestono solo per essere guardate. Naso piccolo, zigomi sporgenti e labbra rosa e grandi. Una bella tipa, ma forse non è stato un buon modo per conoscerla. Afferro la maniglia, punto un piede contro la fiancata e tiro. La porta si apre e volo per terra, con quei voli da sfigato del film del venerdì sera con amici. La spalla mi lancia il ricordo dell’incidente fino sulla nuca. Deve essere slogata, e mi toiglie la voglia dell’autoironia postcaduta. Lei mi guarda e mi chiede se la posso portare in ospedale, fanculo la BmW. Chiamo il 118 per entrambi, ma non prima di aver fatto portare via la MIA macchina e aver preso i cd dal porta oggetti. Lei aspetta seduta sul marciapiede, tenendosi la spalla. Guardo l’ora sul cellulare quando arriva l’ambulanza. Ore 11.38. Vaffanculo non riesco a prendere i dischi, e stasera… stasera non suono con questa spalla in polvere. Guardo il campanile con l’odio negli occhi, e il paramedico che mi urla per la quarta volta di entrare nell’ambulanza.

Annunci

2 risposte a “Time is mine #2

  1. ho un bel libro da prestarti =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...