L’anima e i tovagliolini di carta.

Hai mai avuto le mani così fredde?
Il bicchiere è caldo
e non ho la forza di abbraciarti.

Ho paura,
sui quei tovaglioli
nelle mie veloci parole.

L’aria è fresca
non ho il bicchiere in mano.
Non ho nulla.
Dentro e fuori,
due vuoti che risucchiano.

Quei versi, quei biglietti lasciati tra le salse,
non sono stati letti.
Ho paura e nessuno lo sa,
forse le patatine rimaste.

Ed io nel mezzo. Immobile.
Non ho il coraggio di dirlo,
ma sta succedendo.

Sento freddo,
non c’è il bicchiere,
non ci sono più i tovaglioli,
che sia forse realtà?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...