Neve di specchi

Guardi il cielo senza stelle,
fottiti luna, stasera non porti conforto.
Posso solo affogare,
correndo, corrodendo, cadendo,
sperando che i ricordi cedano al vento.

L’aria rasoio del viso,
ed il dopobarba, un freddo
che mi è maestro.

Neve, troppa neve. Tanta sul cappotto.
Copre tutto, copre il fiume, i tetti, l’auto, congela il radiatore.

Ma no, la mia anima no.
La mia rabbia inquina il cielo,
è il velo d’ombra sugli occhi.
Ma la neve è sciolta
dal sospiro del dolore.

Ed ogni fiocco che muore sulle labbra,
é un proiettile di vetro
che esplode senza tracce.
Così mi lacera, la polvere di specchi
che riflette il tuo abbandono.
Che abbraccia il mio rancore.

Annunci

Una risposta a “Neve di specchi

  1. …Posso solo affogare,
    correndo, corrodendo, cadendo,
    sperando che i ricordi cedano al vento…
    un bacino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...