Masturbazione acustica bitonale.

Sei l’infamia di sorrisi spenti ad altri

Sei l’amarezza non digerita

del fallimento dell’anima e delle parole.

Sei il fottuto becchino

a far soldi sul cadavere della mia poesia.

Leggi e non capisci,

risuonando in tritono

i tuoi neuroni in una cavalcata

apocalittica, verso il nulla

interatomico

dei nostri giorni.

Verso il niente sporco

dei nostri futuri arroganti e bambini.

Noi, i bambini arroganti.

Solo e solamente solo

maestro dell’assolo assoluto

mi disciolgo nella rabbia

che mi trascina verso

la nostra disfatta ben definita.

Siamo io e te,

assordati dagli altri sordi

e accecati dai lungimiranti

uomini che ignoranti si conoscono.

Che singoli, si bastano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...